COPPETTE IN CARTA: CHE DIFFERENZA C’È TRA RICICLABILI E COMPOSTABILI?
Apr 26, 2024

Le coppette di gelato a cui siamo oggi abituati hanno delle antenate che risalgono al XIX secolo e si presentavano in  ceramica o porcellana. Solo con il secolo successivo si è assistito all’avvento delle coppette in carta e plastica.

Queste si sono dimostrate fin da subito economiche, leggere, di facile produzione e per questi motivi si sono diffuse velocemente portando anche a un loro costante utilizzo.

Oggi però il mercato presenta anche altre soluzioni di coppette che risultano essere più allineate a tematiche moderne legate alla sostenibilità e alla consapevolezza ambientale.  Sono così state introdotte nel mercato soluzioni di coppette compostabili e riciclabili, realizzate in materiali biodegradabili o riciclabili proprio con lo scopo di  ridurre l’impatto ambientale.

La loro classificazione dipende dalla capacità di essere gestite in modo sostenibile dopo l’uso e presentano differenti caratteristiche.

Primariamente le coppette in carta riciclabili possono essere trasformate in nuovi prodotti di carta attraverso il riciclaggio, mentre le coppette compostabili possono essere compostate per diventare nutrienti per il suolo.

Le coppette riciclabili

Le coppette in carta riciclabile sono quelle coppette che possono essere raccolte e trasformate in nuovi prodotti di carta attraverso il riciclaggio.

Le coppette in carta riciclabili sono di diverso tipo a seconda della carta di cui sono composte, dalla presenza o meno di rivestimenti speciali, ma anche per le loro diverse diverse forme. I materiali più comuni di cui sono composte sono: carta e plastica riciclabile.

1.1 Coppette riciclabili in carta
Le coppette per il gelato in carta possono essere composte da carta non plastificata o rivestita con materiali compostabili, per migliorarne la resistenza all’umidità.

Le coppette per il gelato in carta possono essere riciclate attraverso un processo di riciclaggio che si sviluppa con la loro raccolta, la separazione dei materiali contaminanti e la trasformazione della carta riciclata in una nuova materia prima per la produzione di carta.

1.2 Coppette riciclabili in plastica
Le coppette per il gelato possono essere realizzate anche con plastica riciclabile come il polipropilene (PP) o il polietilene tereftalato (PET). Il processo di riciclaggio che le coinvolge parte dalla loro raccolta, a questa si aggiunge una fase di lavaggio, per passare poi alla fusione della plastica riciclata per produrre nuovi oggetti in plastica.

Coppette compostabili

Le coppette compostabili sono realizzate con materiali biodegradabili che si degradano naturalmente nel tempo e sono progettate proprio per essere smaltite in modo naturale, attraverso il compostaggio. Questo significa che possono essere decomposte in un ambiente come un impianto di compostaggio industriale o un compost domestico, trasformandosi in humus e nutrienti per il terreno.

Naturalmente il compostaggio richiede condizioni specifiche, compresa la temperatura, l’umidità e la presenza di microrganismi. Alcuni esempi di materiali comuni utilizzati per le coppette per il gelato compostabili sono il PLA, la carta compostabile, il bamboo fiber.

Nel dettaglio:
2.1 Coppette compostabili in PLA (acido polilattico)
Il PLA è un materiale biodegradabile derivato da risorse rinnovabili come il mais o altre piante. Il PLA può essere in diverse forme e dimensioni e può essere compostato in impianti di compostaggio industriali o domestici.

2.2 Coppette compostabili in carta compostabile
Alcune coppette per il gelato si ritrovano anche di carta trattata con materiali compostabili, per renderla adatta, appunto, al compostaggio. Queste coppette sono solitamente rivestite con un materiale biodegradabile per renderle resistenti all’umidità e possono essere smaltite insieme al compost organico.

2.3 Coppette compostabili in bamboo fiber (fibra di bambù)
Un altro materiale utilizzato per le coppette per il gelato compostabili è la fibra di bambù, che ha la caratteristica di essere biodegradabile e può essere compostata insieme ad altri rifiuti organici.

Quali coppette scegliere? Riciclabili o compostabili?

Acquisita la consapevolezza di voler evitare un forte impatto ambientale e di voler scegliere una soluzione di coppette sostenibili va effettuata una scelta fra le due categorie.

Riciclabile o compostabile? Entrambe le opzioni hanno degli evidenti vantaggi per l’ambiente, ma selezionare uno o l’altro tipo dipende non solo dall’impatto ambientale che si desidera ottenere, ma anche dalla disponibilità di infrastrutture per il riciclaggio o il compostaggio nella propria area.

Sia le coppette compostabili sia quelle riciclabili offrono, in modo diverso, dei vantaggi ambientali. Le coppette compostabili si decompongono naturalmente riducendo la quantità di rifiuti in discarica e contribuendo alla circolarità dei materiali. Le coppette riciclabili possono invece essere trasformate in nuovi prodotti attraverso il riciclaggio, riducendo così il consumo di risorse naturali e l’inquinamento derivante dalla produzione di nuovi materiali.

Dopo questa prima valutazione la scelta tra coppette compostabili e riciclabili può essere influenzata dalla disponibilità di infrastrutture di smaltimento presenti nella propria area. L’accesso ad un impianto di compostaggio o a sedi per il riciclaggio può condizionare la scelta per una questione di praticità e comodità. Va quindi verificato anche questo aspetto prima di decidere per una o l’altra fornitura.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *